informativa cookies

Utilizziamo i cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione e per aiutarci migliorare il nostro sito. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookies in caso contrario è possibile abbandonare il sito. Per maggiori informazioni sulla tipologia di cookies utilizzati da "Fornelli&Ricette", vi invitiamo a cliccare sul pulsante "Approfondisci".

marmellata_mela_cotogne.jpg
Il cotogno, albero da cui si ottengono le mele cotogne, ormai è in via d'estinsione. Ed è per questo motivo, che la confettura di questo frutto è ormai preparata unicamente in modo artigianale. La marmellata di mele cotogne è una delle poche preparazioni che esaltano questi frutti aspri e duri.
La buccia delle mele è naturalmente ricca di peptina, quindi non ha bisogno di addensanti aggiuntivi, permettendo densità molto compatte.


PREPARAZIONE DIFFICOLTÀ PORZIONI
30 min di cottura + 20 minuti sanificazione Bassa circa 4 barattoli medi

INGREDIENTI:
Mele cotogne 1 kg
Zucchero semolato  400 gr
 Acqua q.b. 
 Succo di limone  
STRUMENTI:
Casseruola alta  Vasetti per conserve 
Passaverdura o frullatore ad immersione  

 

Sterilizzate i vasetti, facendoli bollire in abbondante acqua e lasciandoli asciugare completamente su un canovaccio pulito.
Strofinate bene sotto l'acqua corrente le mele cotogne, per eliminare la peluria caratteristica della loro buccia. Tagliate a pezzettoni i frutti ed eliminate il torsolo con i semi. Trasferite il tutto in una casseruola alta e aggiungete lo zucchero e il succo di limone. Cuocete le mele per circa 30 minuti, rimestando spesso. La consistenza della marmellata deve essere più o meno soda e di color rosso corallo. Non fate addensare troppo il composto, altrimenti diverrà cotognata, cioè non spalmabile e di consistenza gelatinosa. A questo punto la mela cotogna sarà disfatta, ma comunque a pezzettoni. Utilizzate il passaverdura o il frullatore ad immersione, se preferite una confettura più liscia. Trasferite la marmellata ancora calda nei barattoli e chiudeteli bene. A questo punto, potete sigillare i vasetti, immergendoli completamente in una pentola piena d'acqua. Fate bollire per circa 20 minuti, spegnete il fornello e lasciate raffreddare. Un volta asciutti, la marmellata può essere conservata per lunghi periodi. 

Dove non è espressamente indicato, il contenuto fotografico delle ricette non è di proprietà di "Fornelli e Ricette". La fonte è il web.

Se la ricetta ti é piaciuta, condividila con i tuoi amici:

Potresti provare anche un'altra conserva:

I peperoncini sott'aceto sono buonissimi per accompagnare e dare più personalità a bruschette ed affettati.

I lampascioni, il cui nome scientifico è "muscari", sono delle gustosissime cipolline spontanee

La salsa allo yogurt o salsa kebab è una crema speziata che a me piace moltissimo ed utilizzo per condire insalate

Iscriviti alla Newsletter!

Entra a far parte anche tu della Community di Fornelli&Ricette!

Iscrivendoti alla mia Newsletter, ti invierò un messaggio mensile con idee, suggerimenti culinari, novità ed eventi legati alla cucina!
Nessuno spam! Te lo prometto! :-)

Dai Socials di "Fornelli & Ricette"

Ti piace "Fornelli & Ricette"?
Allora, condividi e segui!

Share With Friends...

Aiutami a far crescere il mio blog, segnalando la pagina ai tuoi amici. Social, E-mail o WhatsApp, basta cliccare e condividere!

...And Follow Us:

Segui le nostre pagine social di "Fornelli e Ricette" per essere sempre aggiornato sulle ultime ricette inserite!