informativa cookies

Utilizziamo i cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione e per aiutarci migliorare il nostro sito. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookies in caso contrario è possibile abbandonare il sito. Per maggiori informazioni sulla tipologia di cookies utilizzati da "Fornelli&Ricette", vi invitiamo a cliccare sul pulsante "Approfondisci".

salsa piccante

Quello che mi ha sempre sorpreso della cucina tradizionale salentina è la capacità di rendere commestibile qualsiasi cosa. Ma ancor di più, come abbiamo sfruttato a vantaggio della conservazione un bene naturale e primordiale, come il sole. La conserva che adesso vi presentiamo, ad esempio, si secca tenendo il composto esposto a "sole e sirenu", cioè al sole nelle ore più fresche dell'estate. 

Un tempo il procedimento di essiccazione avveniva su una distesa di canne secche, detto cannizzu. Le canne venivano legate insieme e creavano un giaciglio perfetto, naturale e traspirante per frutta e verdura.  


PREPARAZIONE DIFFICOLTÀ PORZIONI
Diversi giorni Bassissima /

INGREDIENTI:
Peperoni rossi dolci  
Peperoncini freschi piccanti La metà in peso dei peperoni dolci 
Pomodoro datterino e San Marzano La metà in peso dei peperoni dolci  
Sale grosso  
Olio d'oliva q.b.
STRUMENTI:
Vasetti di vetro Casseruola  
Passaverdura Guanti di lattice
Terrine di terracotta  


Fate attenzione alla lavorazione dei peperoncini piccanti. Munitevi di guanti, non strofinate gli occhi e non usate taglieri di legno. Lavate tutti i prodotti, eliminate i semi e tagliateli in piccoli tocchetti. A questo punto, trasferite tutto il una casseruola, aggiungete il sale grosso e un paio di bicchieri d'acqua (per 1 kg di peperoni dolci). Fate cuocere a fuoco lento per circa 5 ore o almeno finchè pomodori e peperoni si saranno ridotti in poltiglia. 

Raggiunta la cottura, con l'ausilio di un passaverdura, amalgamate tutti gli ingredienti in una crema mordiba e compatta. Sistemate la salsa in terrine di terracotta, ben stesa, e ponetela al sole. Abbiate cura di ritirarla di notte per evitare che si inumidisca. Riparate con un velo a trama spessa (tipo tulle). Il tempo di essiccazione dipende dal calore del sole. Diciamo che la salsa deve diventare di un colore rosso bruno ed avere una consistenza dura.

Ovviamente, come spesso scrivo nelle ricette, non tutti viviamo in Salento e abbiamo a disposizione un sole sano e rigoglioso. Quindi, possiamo anche essiccare in forno. Poniamo il forno alla temperatura più bassa possibile e lasciamo cuocere con sportello leggermente aperto. In media sono sufficienti 3 ore circa per ottenere il risultato desiderato.

Passato il tempo, sistemate la salsa in una ciotola, meglio se di terracotta e lasciate riposare per un paio di giorni nelle vostre cucine, al fresco. Prima di conservare la crema piccante dobbiamo reidratarla. Quindi, con molta pazienza, aggiungiamo un filo d'olio d'oliva alla volta e rimestiamo. Questa procedura può durare anche diversi giorni, perchè l'olio deve essere assorbito lentamente. 

Quando il composto avrà raggiunto una consistenza cremosa e spalmabile, possiamo trasferire la salsa piccante in vassetti opportunamente sanificati. Compattate la crema e copritela con un filo d'olio. Se si avrà cura di avere la superficie sempre bragnata d'olio, la crema piccante può essere conservata per lunghi periodi.

Dove non è espressamente indicato, il contenuto fotografico delle ricette non è di proprietà di "Fornelli e Ricette". La fonte è il web.


Vuoi essere aggiornato sulle ultime ricette di "Fornelli & Ricette" o chiedermi maggiori dettagli? Segui la pagina Facebook o Instagram

Se la ricetta ti é piaciuta, condividila con i tuoi amici:

Potresti provare anche un'altra conserva:

Il latte condensato fatto in casa è facilissimo e veloce da fare! Gli ingredienti, semplici e naturali, si trovano in tutte le nostre dispense, quindi non serve acquistare un prodotto industriale e ...

La salsa allo yogurt o salsa kebab è una crema speziata che a me piace moltissimo ed utilizzo per condire insalate

I pomodori secchi sono una preparazione caratteristica estiva del Salento.

Iscriviti alla Newsletter!

Entra a far parte anche tu della Community di Fornelli&Ricette!

Iscrivendoti alla mia Newsletter, ti invierò un messaggio mensile con idee, suggerimenti culinari, novità ed eventi legati alla cucina!
Nessuno spam! Te lo prometto! :-)

Abilita il javascript per inviare questo modulo

Dai Socials di "Fornelli & Ricette"

Ti piace "Fornelli & Ricette"?
Allora, condividi e segui!

Share With Friends...

Aiutami a far crescere il mio blog, segnalando la pagina ai tuoi amici. Social, E-mail o WhatsApp, basta cliccare e condividere!

...And Follow Us:

Segui le nostre pagine social di "Fornelli e Ricette" per essere sempre aggiornato sulle ultime ricette inserite!