informativa cookies

Utilizziamo i cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione e per aiutarci migliorare il nostro sito. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookies in caso contrario è possibile abbandonare il sito. Per maggiori informazioni sulla tipologia di cookies utilizzati da "Fornelli&Ricette", vi invitiamo a cliccare sul pulsante "Approfondisci".

funghi cardoncelli pomodoro

La vigilia di Natale di quest'anno è iniziata con mio zio che appare dalla porta con un "panaru" nelle mani. "Lu panaru" è un recipiente impagliato di vimini o materiali simili con il manico, caratteristico della mia terra ed utilizzato per trasportare vivande di ogni genere! Ecco...questo fantastico cesto era pieno di funghi, raccolti direttamente da lui nelle campagne salentine. 

Si trattava di cardunceddhri, nel mio diletto. Fungo molto pregiato e molto ricercato, il candoncello prende il nome di pleurotus eryngii. Nel territorio salentino è molto conosciuto, poichè si trova sia in forma coltivata, sia in quella spontanea. 

Il nome popolare deriva dal fatto che fiorisca sulle radici morte della pianta di cardo selvatico. Essendo un tipico fungo murgese, il nord della Puglia offre vaste coltivazioni. Si può trovare spontaneo anche d’inverno, in campi aperti su terreni misti con roccia.

Nella preparazione dei funghi, di qualsiasi qualità essi siano, ricordate che si tratta essenzialmente di spugne. Evitate quindi di immergerli in acqua, poichè possono assorbirne un grande quantitativo. La stessa sarà rilasciata durante la cottura e la ricetta potrebbe essere compromessa.


PREPARAZIONE DIFFICOLTÀ PORZIONI

30 minuti per la mondatura + 30 minuti per la cottura finale

Bassa 4 persone

INGREDIENTI:
Funghi cardoncelli 1 kg 
Pomodori giallini o datterini 400 gr
Porro 1
Olio d'oliva q.b.
Sale e pepe q.b.
STRUMENTI:
Casseruola  


Mondate i funghi, tagliando la parte di gambo più legnosa. Spolverateli dalla terra in eccesso e puliteli con l'ausilio di un panno umido. Tamponateli con un panno pulito. Tagliate a lamelle i funghi più grossi e lasciate interi quelli più piccoli.

In un tegame, fate un fondo d'olio d'oliva. Disponete il porro a rondelle ed i pomodori tagliati a metà. Infine, aggiungete i funghi. Salate, pepate ed accendete il fornello a fuoco medio. Coprite con il coperchio.

 

 

A questo punto, il fungo perderà la sua acqua di vegetazione e si cuocerà con i suoi stessi vapori. Se sarà necessario, aggiungete mezzo bicchiere di acqua calda. Tenete sul fornello per una quindicina di minuti. In ogni caso, i funghi saranno pronti quando i gambi si infilzeranno facilmente con la forchetta. Servite tiepidi.

Foto: "Fornelli e Ricette".


Vuoi essere aggiornato sulle ultime ricette di "Fornelli & Ricette" o chiedermi maggiori dettagli? Segui la pagina Facebook o Instagram

Se la ricetta ti é piaciuta, condividila con i tuoi amici:

Potresti provare anche un altro contorno:

I lampascioni, il cui nome scientifico è "muscari", sono delle gustosissime cipolline spontanee, che si trovano in abbondanza nei campi del Salento.

Direttamente dalla tradizione culinaria della mia terra, arriva la ricetta di oggi: il peperone al pane.

Da poco ho scoperto il cavolo romanesco, che oltre ad essere molto buono e versatile, ha un'estetica più accattivante

Iscriviti alla Newsletter!

Entra a far parte anche tu della Community di Fornelli&Ricette!

Iscrivendoti alla mia Newsletter, ti invierò un messaggio mensile con idee, suggerimenti culinari, novità ed eventi legati alla cucina!
Nessuno spam! Te lo prometto! :-)

Abilita il javascript per inviare questo modulo

Dai Socials di "Fornelli & Ricette"

Ti piace "Fornelli & Ricette"?
Allora, condividi e segui!

Share With Friends...

Aiutami a far crescere il mio blog, segnalando la pagina ai tuoi amici. Social, E-mail o WhatsApp, basta cliccare e condividere!

...And Follow Us:

Segui le nostre pagine social di "Fornelli e Ricette" per essere sempre aggiornato sulle ultime ricette inserite!