informativa cookies

Utilizziamo i cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione e per aiutarci migliorare il nostro sito. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookies in caso contrario è possibile abbandonare il sito. Per maggiori informazioni sulla tipologia di cookies utilizzati da "Fornelli&Ricette", vi invitiamo a cliccare sul pulsante "Approfondisci".

quiche verdure 2

Ho fatto il viaggio di rientro a Milano con una bella cassetta di ortaggi nel bagagliaio, provenienti direttamente dall'orto di mio padre.

Il feudo dove si trova il nostro appezzamento di terreno viene denominato "Li Paraisi" (Il paradiso). Il sapore delle coltivazioni è talmente straordinario che si merita in pieno questo soprannome. Devo dire che meno paradisiaco è stato farsi 11 ore di macchina con il profumino del porro ad accompagnarci. Quando, poi, ho assaggiato la quiche, l'ho perdonato pienamente per avere infestato l'abitacolo della mia macchina!  

La quiche salata alle verdure è molto bella da vedere ed altrettanto buona da mangiare. Come scrivevo, la botta di vita del gusto è nel meraviglioso porro, ingentilito da verdure più discrete come la carota e la zucchina. Se non fosse per il componimento artistico delle verdure, che richiede un po' di tempo, questa ricetta è molto veloce...potete utilizzare l'allineamento certosino delle fette come esercizio antistress... ;-) 

quiche verdure


PREPARAZIONE DIFFICOLTÀ PORZIONI
10 minuti + 40 minuti di cottura Facile 8/10 persone

INGREDIENTI:  
Rotolo di Pasta sfoglia rotonda 1
Porro 2
Carote 2 grandi
Zucchine 2 grandi
Uova  6/8
Panna da cucina 200 ml
Formaggio piccante grattugiato Un paio di cucchiai
Pane grattugiato Un paio di cucchiai
Sale, pepe e curcuma q.b.
ACCESSORI:  
Carta forno  
Stampo di alluminio rotondo (io ho usato una teglia da 24 cm)  
Pela patate  
Tagliere  

 

Aprite il rotolo della pasta sfoglia e, mantenendo la carta forno di base, foderate uno stampo rotondo. Bucherellate la pasta con una forchetta e spolveratela con il pane grattugiato. 

Lavate e mondate le carote e le zucchine. Con l'ausilio del pelapatate, tagliate tante striscioline sottili per il verso della lunghezza. Eliminate l'estremità del porro e le punte ingiallite delle foglie. Aprite il porro in singole foglie. Per velocizzare il procedimento, io ho iniziato dal centro. Su un piano di lavoro, create diverse file, composte da striscioline di carota, zucchina e porro alternate. Partite da un'estremità della fila ed avvolgetela su se stesso. Posate il primo rotolo ottenuto all'inizio della seconda fila e procedete arrotolando, fin quando riuscite a gestire questa rosa di ingredienti con le mani.  Creata la rosellina, adagiatela al centro della pasta sfoglia. Continuate verso l'esterno della teglia, aggiungendo striscioline di ortaggi fino a ricoprire l'intera superficie.

In una brocca, sbattete le uova con la panna e le spezie. Con delicatezza, versate il liquido all'interno della teglia. Le strisce di verdura non fanno passare le uova, strato per strato. Quindi, dovrete essere voi a fare attenzione nel riempire tutto lo stampo in modo uniforme. Vi scrivo questo perché, nel mio caso, ho dato per scontato che il liquido si sistemasse da solo con un paio di shakerate della teglia. Così non è stato, quindi ho strati pieni e strati vuoti di uova. Farò tesoro della mia esperienza e verrà meglio la prossima volta. 

Infornate sul piano basso del forno a 170°C per almeno 40 minuti o finché la superficie non sarà ben dorata. Coprite la superficie della torta con un foglio di carta forno per i primi 20 minuti. Dopo, continuate la cottura, scoprendo la torta. Abbiate cura di non sformare la torta salata quando è ancora calda, perché potrebbe rompersi. Servite tiepida. 

Potete anche preparare prima la torta e scaldarla al momento di servirla. Vi consiglio però di farlo nel forno classico e non nel microonde. Questo permetterà di mantenere una sfoglia fragrante e croccante. 

Foto: Fornelli & Ricette


Vuoi essere aggiornato sulle ultime ricette di "Fornelli & Ricette" o chiedermi maggiori dettagli? Segui la pagina Facebook o Instagram

Se la ricetta ti é piaciuta, condividila con i tuoi amici:

Potresti provare anche un altro secondo piatto:

Nel dialetto salentino si direbbe "purpu a pignatu", dove "a pignatu" indicata la modalità di cottura. Si tratta di stufare il polipo nella pignata di terracotta!

Sono davanti al banco della frutta del supermercato e guardo con diffidenza questa piccola palla oblunga di colore verde. Mi allontano, ciondolo attorno alle cassette, ma il mio sguardo torna sempre...

I filetti di pollo marinati alla soia e senape sono un'alternativa morbida, succulenta ed aromatica alla triste carne bianca alla griglia.

Iscriviti alla Newsletter!

Entra a far parte anche tu della Community di Fornelli&Ricette!

Iscrivendoti alla mia Newsletter, ti invierò un messaggio mensile con idee, suggerimenti culinari, novità ed eventi legati alla cucina!
Nessuno spam! Te lo prometto! :-)

Dai Socials di "Fornelli & Ricette"

Ti piace "Fornelli & Ricette"?
Allora, condividi e segui!

Share With Friends...

Aiutami a far crescere il mio blog, segnalando la pagina ai tuoi amici. Social, E-mail o WhatsApp, basta cliccare e condividere!

...And Follow Us:

Segui le nostre pagine social di "Fornelli e Ricette" per essere sempre aggiornato sulle ultime ricette inserite!