informativa cookies

Utilizziamo i cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione e per aiutarci migliorare il nostro sito. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookies in caso contrario è possibile abbandonare il sito. Per maggiori informazioni sulla tipologia di cookies utilizzati da "Fornelli&Ricette", vi invitiamo a cliccare sul pulsante "Approfondisci".

pane cotto ghisa

La mia Wendy mi ha lasciato! Ad un certo punto, senza nessun motivo apparente, il mio lievito madre ha smesso di funzionare.
Ci ho visto un segno del  destino. Essendo nata per non impazzire durante il lockdown...periodo molto difficile per me...ha deciso di morire quando la vita ha cominciato a ritornare alla normalità! Come per dire..."Manuela, non stare a casa ad impastare! Esci e vivi!".

Vabbè...tutta stà filosofia per giustificare il mio ritorno al lievito di birra! Ma la novità sta anche nella cottura! Grazie a questo bellissimo utensile trovato in un supermercato, ho deciso di sperimentare la cottura del pane in pentola di ghisa! Il risultato è stato morbido e spugnoso, ideale per chi non ama le croste importanti!

Qualche giorno fa, ho pubblicato sui social un breve video tutorial su come si preforma una pagnotta come questa. Per vedere il video e capire meglio i passaggi, potete cliccare qui: Pane fatto in casa aromatizzato alle erbe


PREPARAZIONE DIFFICOLTÀ PORZIONI
24 ore Media Una pagnotta da un kg circa

INGREDIENTI PER IL PREFERMENTO (FASE 1):
Farina
(io ho usato un mix di semola rimacinata, tipo 0, tipo 1)
600 gr
Acqua 650 gr
Lievito di birra circa 4 gr
Miele Mezzo cucchiaino
INGREDIENTI PER L'IMPASTO (FASE 2):  
Farina
(metà semola rimacinata di grano duro / metà farina tipo 1)
300 gr
Sale fino un cucchiaio
ACCESSORI:  
Contenitore Spianatoia
Canovaccio Planetaria
Pentola di ghisa  

Faccio una premessa. Generalmente, per tutti i lievitati, io utilizzo una tecnica che si chiama "del poolish" o del pre-fermento. Questo metodo di impasto, consente di utilizzare metà del lievito normalmente necessario, ma richiede lievitazioni lunghe. Se voi volete utilizzare la tecnica classica, usate mezzo panetto di lievito di birra, impastate tutto insieme e aspettate il classico raddoppio del volume (circa tre ore di lievitazione). 

Inoltre, questo impasto è molto idratato, quindi molle e difficile da lavorare a mano. Consiglio l'uso della planetaria.

FASE 1 (LA SERA PRIMA):

Nella brocca della planetaria, inserite le farine, l'acqua, il lievito sbriciolato e il miele. Mescolate con la foglia fin quando tutta la farina sarà bagnata. Non deve avere l'aspetto di un impasto omogeneo, ma di una crema fluida. Lasciate riposare, fino alla mattina successiva. 

Indipendentemente da quando iniziate ad impastare, il poolish deve riposare 12 ore.

FASE 2 (LA MATTINA DOPO)

Sostituite la foglia con il gancio, aggiungete al lievito liquido, la farina restante. Impastate per bene a velocità media fino a quando l'impasto apparirà compatto, staccato dai bordi della brocca ed avvolto al gancio. Non ci vorrà poco. Essendo l'impasto molto ricco di acqua, impiegherà un po' per incordarsi. Ad esempio, il mio impasto ci ha messo 15 minuti. A questo punto, completate con sale. 

Trasferitevi sulla spianatoia infarinata e ripiegate, più volte, l'impasto su se stesso. Coprite l'impasto e ripiegatelo su se stesso più volte, ogni mezz'ora per due altre volte. Alla terza volta, pirlatelo per ottenere una forma circolare. Prendete un recipiente, rivestitelo con un canovaccio di cotone infarinato e sistemate il pane all'interno. Copritelo con i bordi del canovaccio, lasciate riposare in frigo per 4/5 ore...fin quando non triplica di volume.

Passato il tempo di maturazione in frigo, si passa alla fase finale. Trasferite l'impasto sulla spianatoia, allargate e preformate la pagnotta. Sistematela nel recipiente, su una base di carta forno. Ci servirà per il trasferimento in pentola. Lasciate riposare a temperatura ambiente, per circa tre ore. 

Come dicevo all'inizio, qualche giorno fa, ho pubblicato sui social un breve video tutorial sulla preforma di questa pagnotta. Per vedere il video e capire meglio i passaggi, potete cliccare qui: Pane fatto in casa aromatizzato alle erbe

Passato il tempo, preriscaldate il forno a 240 °C, con dentro la pentola munita di coperchio. Dal momento in cui il forno raggiunge la temperatura, contate 10 minuti. Facendo attenzione, passato il tempo, tirate fuori la padella e sistematela su una gratella. Trasferite dentro il pane, mantenendo la carta forno. 

Procedete con questi tempi:
- 15 minuti a 240 °C con coperchio - Forno statico
- 15 minuti a 240 °C senza coperchio  - Forno statico
- 15 minuti a 180 °C con sportello a spiffero - forno ventilato
- 15 minuti 160° C con sportello a spiffero - forno ventilato
- Spegnimento del forno, lasciando il pane nel forno fino a completo raffreddamento.

Foto: Fornelli & Ricette


Vuoi essere aggiornato sulle ultime ricette di "Fornelli & Ricette" o chiedermi maggiori dettagli? Segui la pagina Facebook o Instagram

Se la ricetta ti é piaciuta, condividila con i tuoi amici:

Potresti impastare anche:

Le pettole sono delle palline di pasta fritta e mangiate bollenti.

Non c'è cosa che mi soddisfi di più che impastare e creare pani particolari in casa.

Il pane fatto in casa con il lievito madre ha un profumo molto intenso ed una crosta affumicata e croccante.

 

 

Iscriviti alla Newsletter!

Entra a far parte anche tu della Community di Fornelli&Ricette!

Iscrivendoti alla mia Newsletter, ti invierò un messaggio mensile con idee, suggerimenti culinari, novità ed eventi legati alla cucina!
Nessuno spam! Te lo prometto! :-)

Abilita il javascript per inviare questo modulo

Dai Socials di "Fornelli & Ricette"

Ti piace "Fornelli & Ricette"?
Allora, condividi e segui!

Share With Friends...

Aiutami a far crescere il mio blog, segnalando la pagina ai tuoi amici. Social, E-mail o WhatsApp, basta cliccare e condividere!

...And Follow Us:

Segui le nostre pagine social di "Fornelli e Ricette" per essere sempre aggiornato sulle ultime ricette inserite!