informativa cookies

Utilizziamo i cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione e per aiutarci migliorare il nostro sito. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookies in caso contrario è possibile abbandonare il sito. Per maggiori informazioni sulla tipologia di cookies utilizzati da "Fornelli&Ricette", vi invitiamo a cliccare sul pulsante "Approfondisci".

polpette manzo sugo

Qui, a casa mia, nel leccese, la polpetta è un'arte e l'azione di fare le polpette ha un suo verbo: "'ncoculare". La carne non si appallottola, ma si 'ncocula. Le polpette al sugo sono un piatto tipico dell'Italia intera. A casa mia, in Salento, si consumava soprattutto di domenica, giorno settimanale di festa che veniva celebrato con la preparazione di piatti di carne.

Le polpette al sugo sono il piatto più versatile che io conosca. Possono condire un bel piatto di orecchiette, diventando un piatto unico. Possono essere consumate come secondo piatto, così come anche un succoso antipasto.


PREPARAZIONE DIFFICOLTÀ PORZIONI
15 minuti per le polpette + 1 ora di cottura del sugo Media 6 persone

INGREDIENTI:
Carne macinata mista di vitello e maiale 500 gr
Pane grattugiato 1 cucchiaio per ogni 100 gr di carne
Formaggio piccante (tipo Rodez) 1 cucchiaio per ogni 100 gr di carne
Uova 1
Aglio 1 spicchio
Prezzemolo 1 ciuffetto
Sale e pepe q. b.
Pomodori pelati 1 barattolo piccolo
Passata di pomodoro 1 lt
Alloro 1 foglia
Acqua  q.b.
Olio d'oliva 2 cucchiai più il necessario per friggere
STRUMENTI:
Casseruola Ciotola
Tegame per friggere Carta assorbente 

 

In una ciotola, disponete le carni macinate, l'uovo, il pangrattato, il formaggio, uno spicchio d'aglio tritato finemente e il prezzemolo. Salate e pepate a piacere. Impastate energicamente fino ad ottenere un composto omogeneo. L'impasto non deve risultare particolarmente colloso. Lasciate riposare.

Considerate che maggiore è il tempo di riposo e maggiore sarà l'insaporimento della carne con gli aromi. Prepariamo le polpette. Per facilitare l'operazione, aiutatevi con un bicchiere d'acqua. Bagnando il palmo della mano prima di appallottolare la carne, riuscirete ad ottenere una superficie liscia e non appiccicosa.

Una volta terminato tutto l'impasto, in un tegame per friggere, scaldate abbondante olio d'oliva. Immergete le polpette e cuocetele fino a quando si sarà creata una crosticina leggermente dorata sulla superficie. La carne non deve essere cotta completamente, ma solo "sigillata". Scolate e disponete le polpette su carta assorbente. 

Prepariamo, ora il sugo di pomodoro. Fate rosolare uno spicchio d'aglio e una foglia d'alloro su un fondo di olio d'oliva a fuoco medio. Quando l'aglio è imbiondito, aggiungete i pomodori pelati e fate sobollire per 15 minuti circa. Passato il tempo, aggiungete la passata di pomodoro e lasciate cuocere per altri 15 minuti. A questo punto aggiungete due bicchieri abbondanti d'acqua, salate, pepate e coprite con il coperchio. In media, il tempo di bollitura del sugo è di circa un'ora.

Passata circa mezz'ora, e quando il sugo avrà ancora una consistenza semi-liquida, aggiungete le polpette. Fate sobollire a fuoco lento, senza coperchio, per altri 30 minuti o finchè la salsa non avrà un aspetto denso. La ricetta originale prevede che le polpette vengano fritte prima di essere immerse nel sugo. Se preferite una ricetta più leggera, potete inserirle a crudo, facendo attenzione a non sfaldare durante la cottura. 

Foto: "Fornelli e Ricette". 


Vuoi essere aggiornato sulle ultime ricette di "Fornelli & Ricette" o chiedermi maggiori dettagli? Segui la pagina Facebook o Instagram

Se la ricetta ti é piaciuta, condividila con i tuoi amici:

Potresti provare anche un altro secondo piatto:

Per coloro che amano il sapore del mare e non vogliono rinunciarci neanche nei piatti freddi, vi proponiano un’insalata mista con aringhe e finocchi

Purtroppo stiamo vivendo dei momenti molto difficili in Italia. La precauzione che si chiede è di una semplicità elementare, anche se a volte può risultare difficile: stare a casa

Le interiora sono largamente utilizzate nella cucina salentina. Sebbene molti siano suscettibili a mangiare questa parte degli animali, io consiglio di superare la propria reticenza

Iscriviti alla Newsletter!

Entra a far parte anche tu della Community di Fornelli&Ricette!

Iscrivendoti alla mia Newsletter, ti invierò un messaggio mensile con idee, suggerimenti culinari, novità ed eventi legati alla cucina!
Nessuno spam! Te lo prometto! :-)

Dai Socials di "Fornelli & Ricette"

Ti piace "Fornelli & Ricette"?
Allora, condividi e segui!

Share With Friends...

Aiutami a far crescere il mio blog, segnalando la pagina ai tuoi amici. Social, E-mail o WhatsApp, basta cliccare e condividere!

...And Follow Us:

Segui le nostre pagine social di "Fornelli e Ricette" per essere sempre aggiornato sulle ultime ricette inserite!